Implantologia senza osso | Implantologia Zigomatica | Impianti Dentali Zigomatici

Impianto Pterigoideo: L’uovo di colombo

impiantizigomatici

Inserimento Impianto Pterigoideo

Punti chiave

  • L’inserimento dell’impianto pterigoideo è un’alternativa per evitare il sollevamento del seno o altre procedure di innesto per trattare il mascellare posteriore
  • L’impianto pterigoideo è particolarmente utilizzato nell’edentulismo parziale al fine di evitare i cantilever distali
  • Il posizionamento di un impianto pterigoideo richiede gramdissima esperienza chirurgica
  • Gli impianti pterigoideo hanno alti tassi di successo, livelli di perdita ossea simili a quelli degli impianti convenzionali, complicazioni minime e buona accettazione del paziente

Inserimento Impianto Pterigoideo per baipassare grande rialzo del seno mascellare

indicazioni

Nella mascella superiore edentula il posizionamento degli impianti può essere difficile a causa della quantità limitata di osso e della presenza del seno mascellare.

Gli impianti pterigoidei presentano un’opzione alternativa per utilizzare l’osso residuo per l’ancoraggio dell’impianto e per superare la necessità di procedure nell’aumento artificiale dell’osso. Per evitare cantilever distali, (cantilever vuole dire eccessiva distanza tra impianto ed impianto) l’inserimento di un impianto pterigoideo può essere indicato nell’edentulismo parziale e totale. I risultati in letteratura non mostrano chiare differenze tra gli impianti pterigoideo e pterigo-mascellare.

Raccomandazioni cliniche

I termini “protesi di pterigoideo”, “protesi di pterigo-mascellare” e “protesi di tuberosità” sono usati in modo intercambiabile nella letteratura scientifica (per ciò che è descritto come impianti nella regione retromolare). Per definizione, tutti gli “impianti pterigoidei” comprendono la regione della tuberosità e coinvolgono la placca pterigoidee, ma non tutti gli “impianti tuberosi” impegnano necessariamente le placche pterigoidee (sono collocati in una posizione più anteriore dell’area pterigo-mascellare, parallela alla parete posteriore del seno).

Le percentuali di successo per tutte queste diverse possibilità di trattamento sembrano essere simili. Pertanto, la necessità di impegnare gli impianti a livello della piastra pterigoidea è attualmente discussa in modo controverso.

Prognosi

Il tasso medio di successo per gli impianti pterigoidei è del 95,7%. Tuttavia, vi sono ancora dati insufficienti sui fallimenti implantari che si verificano oltre il primo anno di carico, rendendo così difficile trarre conclusioni sui tassi di sopravvivenza a lungo termine di questi impianti. Attualmente presso il nostro studio, non si è mai verificato un solo fallimento o caduta di impianto dnetale Pterigoideo.

complicazioni

L’inserimento di impianti a livello della piastra pterigoidea può essere potenzialmente associato a sanguinamenti.

Tuttavia questo può essere evitato inserendo l’impianto solo a livello della tuberosità.

Un’altra complicazione è la mancanza di stabilità primaria dell’impianto, che può essere risolta attraverso protocolli di perforazione sottoscarica e innovativi progetti di impianti associata a buona preparazione ed esperienza del clinico

Inserimento impianto pterigoideo

Chiama
whatsapp